Gazzetta Ufficiale n°220 del 22 Settembre 2015 e n°251 del 28 Ottobre 2015 con decreti.

Gazzetta Ufficiale n°220 del 22 Settembre 2015

DECRETO 15 settembre 2015.

Emissione della moneta da 2 euro commemorativa del «30° Anniversario della Bandiera Europea 1985-2015», millesimo 2015.

IL DIRETTORE GENERALE DEL TESORO

Vista la legge 13 luglio 1966, n. 559, recante: “Nuovo ordinamento
dell’Istituto Poligrafico dello Stato”;
Vista la legge 20 aprile 1978, n. 154, concernente la costituzione
della sezione Zecca nell’ambito dell’Istituto Poligrafico dello
Stato;
Visto il Regolamento (CE) del Consiglio 3 maggio 1998, n. 974/98,
relativo all’introduzione dell’euro, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale delle Comunita’ europee in data 1° maggio 1998;
Visto il decreto ministeriale 29 aprile 1999, n. 506412, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 116 del 20
maggio 1999, con il quale sono state stabilite le caratteristiche
artistiche delle monete da 2 euro a circolazione ordinaria;
Visto il decreto ministeriale 10 dicembre 2007, n. 121414,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 290 del 14 dicembre 2007, con
il quale sono state modificate le caratteristiche artistiche del
rovescio delle monete da 2 euro a circolazione ordinaria a decorrere
dal 1° gennaio 2008;

Vista la nota 23 giugno 2009, n. 37388, con la quale l’Istituto
Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. ha trasmesso la lettera della
Commissione Europea 4 giugno 2009, n. 1728, con cui si richiede la
fornitura di due esemplari di ciascuna moneta commemorativa da 2 euro
emessa dall’Italia;
Visto il Regolamento (UE) del Parlamento e della Commissione
Europea 4 luglio 2012, n. 651, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
dell’Unione Europea in data 27 luglio 2012, concernente una prassi
comune in materia di modifiche al disegno delle facce nazionali sul
dritto delle monete celebrative da 2 euro destinate alla
circolazione;
Visto il Regolamento (UE) del Consiglio 24 giugno 2014, n, 729,
pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea in data 2
luglio 2014, riguardante i valori unitari e le specificazioni
tecniche delle monete metalliche in euro destinate alla circolazione;
Considerato che la Commissione europea ha stabilito di commemorare,
nel corso dell’anno 2015, il trentennale della Bandiera europea
mediante l’emissione di una moneta commemorativa comune da 2 euro e
di scegliere il disegno del dritto della suddetta moneta tramite una
competizione aperta a tutti i cittadini dell’area euro il cui
bozzetto e’ stato selezionato tramite un concorso on-line ;
Considerato che la Commissione europea ha comunicato il risultato
della suddetta competizione, vinta dall’incisore Georgios
Stamatopoulos della Banca centrale greca;
Considerato che il Sig. Ministro ha approvato il bozzetto della
moneta commemorativa dedicata al 30° Anniversario della Bandiera
europea, da emettere nel corso dell’anno 2015;
Vista la mail del 29 luglio 2015 con la quale la Commissione
Europea, D.G. Affari Economici e Finanziari ha comunicato la
conformita’ della citata moneta alle specifiche tecniche del
Regolamento (UE) 729/2014;
Vista la mail del 6 agosto 2015 con cui il Segretariato Generale
del Consiglio Europeo ha comunicato che non sono state riscontrate,
dagli Stati Membri, problematiche nel bozzetto della moneta italiana;
Ritenuta l’opportunita’ di celebrare il “30° Anniversario della
Bandiera Europea”;

Decreta:

Art. 1
Le caratteristiche artistiche della faccia nazionale della moneta
da 2 euro a circolazione ordinaria, millesimo 2015, celebrative del
“30° Anniversario della Bandiera Europea 1985 – 2015”, emesse ai
sensi del suddetto Regolamento, sono determinate come segue:
– Sul dritto: Al centro della moneta sono poste le dodici stelle
della Bandiera Europea che si trasformano in dodici figure umane per
abbracciare la nascita di una nuova Europa; a destra “R” e, ad arco,
“REPUBBLICA ITALIANA 1985-2015”; intorno le dodici stelle dell’Unione
Europea.

Art. 2
In attuazione del citato Regolamento della Commissione Europea del
4 luglio 2012, n. 651, e’ autorizzata la coniazione delle monete da 2
euro celebrative del “30° Anniversario della Bandiera Europea
1985-2015” , per un contingente in valore nominale di euro
2.000.000,00, pari a 1.000.000 di pezzi, in conformita’ alla
descrizione artistica di cui all’articolo 1 ed all’allegata
riproduzione fotografica che fa parte integrante del presente
decreto.
Le impronte della moneta, eseguite in conformita’ alla suddetta
descrizione, saranno riprodotte in piombo e depositate presso
l’Archivio Centrale di Stato.

Art. 3
L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. e’ autorizzato a
consegnare alla Commissione Europea due esemplari della suddetta
moneta.

Art. 4
L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. e’ tenuto a
consegnare al Ministero dell’Economia e delle Finanze due esemplari
della suddetta moneta da utilizzare per documentazione e
partecipazione a mostre e convegni.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Roma, 15 settembre 2015
Il direttore generale del tesoro: LA VIA

15A07095

Gazzetta Ufficiale n°251 del 28 Ottobre 2015

DECRETO 21 ottobre 2015.

Corso legale, contingente e modalita’ di cessione della moneta da euro 2 commemorativa del «30° Anniversario della Bandiera Europea 1985-2015», millesimo 2015.

IL DIRETTORE GENERALE
DEL TESORO

Vista la legge 13 luglio 1966, n. 559, recante: “Nuovo ordinamento
dell’Istituto Poligrafico dello Stato”;
Visto l’art. 1 della legge 18 marzo 1968, n. 309, che prevede la
cessione di monete di speciale fabbricazione o scelta a enti,
associazioni e privati italiani o stranieri;
Vista la legge 20 aprile 1978, n. 154, concernente la costituzione
della sezione Zecca nell’ambito dell’Istituto Poligrafico dello
Stato;
Visto il decreto legislativo 21 aprile 1999, n. 116, recante:
“Riordino dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ai fini della
sua trasformazione in societa’ per azioni, a norma degli articoli 11
e 14 della legge 15 marzo 1997, n. 59”;
Vista la deliberazione del C.I.P.E. del 2 agosto 2002, n. 59,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 17 ottobre 2002, con
la quale l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, a decorrere
dalla predetta data del 17 ottobre 2002, e’ stato trasformato in
societa’ per azioni;
Visto il comma 5 dell’art. 87 della legge 27 dicembre 2002, n. 289,
concernente la coniazione e l’emissione di monete per collezionisti
in euro;
Vista la decisione della Banca Centrale Europea dell’11 dicembre
2014 relativa all’approvazione del volume di conio delle monete
metalliche per il 2015;
Visto il decreto del Direttore generale del Tesoro 15 settembre
2015, n. 69431, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 220 del 22
settembre 2015, con il quale si autorizza l’emissione della moneta da
euro 2 commemorativa del “30° Anniversario della Bandiera Europea
1985 – 2015”, millesimo 2015;
Considerato che occorre stabilire la data dalla quale la citata
moneta avra’ corso legale;
Ritenuto di dover determinare il contingente e disciplinare la
prenotazione e la distribuzione della suddetta moneta;

Decreta:

Art. 1
La moneta da euro 2, commemorativa del “30° Anniversario della
Bandiera Europea 1985- 2015”, millesimo 2015, avente le
caratteristiche di cui al decreto del Direttore generale del Tesoro
15 settembre 2015, n. 69431, indicato nelle premesse, ha corso legale
dal 9 novembre 2015.

Art. 2
Il contingente in valore nominale delle monete cedute in
confezione, nella versione proof, e’ stabilito in euro 10.000,00 pari
a 5.000 monete.

Art. 3
Gli enti, le associazioni, i privati italiani o stranieri possono
acquistare le monete entro il 9 maggio 2016, con le modalita’ ed alle
condizioni di seguito descritte:
direttamente presso il punto vendita dell’Istituto Poligrafico e
Zecca dello Stato S.p.A. di Via Principe Umberto 4 – Roma, con
pagamento in contanti, per un limite massimo, a persona, di euro
1.000,00;
direttamente presso l’Agenzia di Vendita “Spazio Verdi” di Piazza
Giuseppe Verdi 1 – Roma, con pagamento in contanti, per un limite
massimo, a persona, di euro 1.000,00;
mediante richiesta d’acquisto trasmessa via fax al n. +39 06
85083710 o via posta all’indirizzo: Istituto Poligrafico e Zecca
dello Stato S.p.A. – via Salaria 1027 – 00138 Roma o via mail al solo
indirizzo [email protected];
tramite collegamento internet con il sito www.ipzs.it e
compilazione dei moduli riservati alla vendita on line.
Il pagamento delle monete ordinate deve essere effettuato
anticipatamente, ad eccezione delle Pubbliche amministrazioni che
pagheranno a 60 giorni data fattura con bonifico bancario:
mediante bonifico bancario sul conto corrente numero 11000/49
presso la Banca Popolare di Sondrio – Roma – Agenzia n. 11, intestato
a: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., Codice IBAN IT 20
X 05696 03200 000011000X49; dall’estero: CODE SWIFT POSO IT 22.
a mezzo bollettino di conto corrente postale n. 59231001
intestato a: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. –
Emissioni Numismatiche.
Le monete possono essere cedute per un quantitativo massimo di 501
unita’ per ogni acquirente, applicando lo sconto del 2% per ordini
superiori alle 500 unita’, con l’opzione per ulteriori 500 monete.
L’opzione verra’ concessa con equa ripartizione, sulla base
dell’eventuale disponibilita’ residua, al termine del periodo utile
per l’acquisto.
I prezzi di vendita al pubblico, per acquisti unitari, per le
monete in versione proof sono pertanto cosi’ distinti:
da 1 a 500 unita’ euro 20,00;
da 501 unita’ euro 19,60.
Gli aventi diritto allo sconto devono dichiarare, sulla richiesta,
il numero di partita IVA per attivita’ commerciali di prodotti
numismatici.
Le monete richieste saranno assegnate in funzione della data
dell’effettivo pagamento.
La spedizione delle monete, da parte dell’Istituto Poligrafico e
Zecca dello Stato S.p.A., sara’ effettuata al ricevimento dei
documenti, attestanti l’avvenuto pagamento, nei quali dovranno essere
specificati i dati personali del richiedente e, nel caso, il codice
cliente.
Le spese di spedizione sono a carico del destinatario.
L’eventuale consegna delle monete presso i punti vendita IPZS di
via Principe Umberto 4 e Agenzia Vendita “Spazio Verdi”, piazza G.
Verdi 1- Roma deve essere concordata con l’Istituto Poligrafico e
Zecca dello Stato S.p.A. e richiesta nell’ordine di acquisto.

Art. 4
La Cassa speciale e’ autorizzata a consegnare, a titolo di “cauta
custodia”, i quantitativi di monete richiesti all’Istituto
Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. per consentirne la vendita.
Con successivo provvedimento saranno stabiliti i termini e le
modalita’ di versamento dei ricavi netti che l’Istituto medesimo
dovra’ versare a questo Ministero a fronte della cessione delle
monete in questione.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 21 ottobre 2015
Il Direttore generale del Tesoro: LA VIA

15A08043