Estonia: 2 euro commemorativo “100° anniversario indipendenza” 2018.

Nel 2018 l’Estonia celebrerà il 100° anniversario della sua prima indipendenza dall’Unione Sovietica con una moneta commemorativa da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario dell’Indipendenza. La moneta da due euro presenta il logo nazionale ufficiale per il giubileo, che può essere letto come i numeri 18 (anno di emissione) e 100 (centenario dell’indipendenza). Questo trucco con i numeri unisce l’anno in cui lo stato è stato fondato con oggi. I progettisti vincenti sono Ionel Lehari e Meelis Opmann della concept & design agency Identity OÜ, che è anche l’agenzia dietro il logo ufficiale del centenario estone. Il secondo posto nella competizione di design è andato a Riho Luuse e terzo a Heino Prunsvelt. Il progettista riceverà un premio di 2000 euro mentre il secondo posto vincerà 700 euro e il terzo posto 500. Al concorso hanno partecipato 33 bozzetti. La moneta avrà una tiratura di 1.317.800 esemplari, pari alla popolazione Estone al 1° gennaio 2017. Gli estoni colsero l’occasione di disorientamento russo per affermare la loro identità nazionale, risorta nel corso dell’Ottocento e la dichiarazione di indipendenza avvenne il 24 febbraio 1918. L’indipendenza estone non fu riconosciuta subito dall’Impero tedesco, che durante la prima guerra mondiale, a partire dall’ottobre del 1917 cominciò ad occupare militarmente il territorio estone; tuttavia non si oppose mai ai movimenti indipendentisti. L’occupazione militare si esaurì nel marzo del 1918, in seguito al trattato di pace Brest-Litovsk tra la Russia bolscevica e gli Imperi centrali. I bolscevichi, nel vuoto di potere lasciato dai tedeschi, rioccuparono l’Estonia tentando di riprendersi i territori ceduti. Ne scaturì una sanguinosa guerra di secessione tra estoni, aiutati dagli occidentali e russi. L’estonia nel 2018 emetterà anche una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario dell’Indipendenza degli Stati Baltici, emissione congiunta con Lettonia e Lituania.
Valore facciale: 2 Euro
Diametro: 25,75 mm
Peso moneta: 8,5 grammi
Spessore: 2,20 mm
Metallo: CuNi25 – CuZn20Ni5/Ni/CuZn20Ni5
Progettista: Ionel Lehari e Meelis Opmann
Tiratura: 1.317.800
Data emissione: 2018.

Estonia: programma emissioni numismatiche per l’anno 2018.

Estonia monete da collezione per il 2018:
2 euro commemorativo dedicato al “100° anniversario dell’Indipendenza degli Stati Baltici” (emissione congiunta)
– Coincard 2 euro commemorativo dedicato al “100° anniversario dell’Indipendenza degli Stati Baltici” (emissione congiunta)
2 euro commemorativo dedicato al “100° anniversario della Repubblica di Estonia”
– Coincard 2 euro commemorativo dedicato al “100° anniversario della Repubblica di Estonia”
10 euro argento commemorativo dedicato alla “Delegazione atleti estoni ai Giochi Olimpici Invernali XXIII di Pyeongchang
*In continuo aggiornamento.

Estonia, Lettonia e Lituania: Bozzetto vincitore della votazione per la nuova moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario degli Stati Baltici 2018.

Come vi avevamo annunciato il 21 marzo 2017, i tre paesi baltici hanno indetto una votazione pubblica per decidere il bozzetto della moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario degli Stati Baltici. Il bozzetto vincitore del concorso e quello di Justas Petrulis (Lituania). La moneta che rappresenta le tre sorelle baltiche con i capelli intrecciati, ha ottenuto il 30% dei voti (4.277 voti su 14302). La moneta comune baltica sarà la prima moneta commemorativa euro ad essere progettata congiuntamente dai tre paesi (Estonia, Lettonia e Lituania), e conterrà la parola “Baltici” sostituita su ogni moneta dal nome nella lingua nazionale del paese che lo rilascia, Eesti, Latvija o Lietuva. Le monete da due euro con il progetto speciale saranno emessi dalle banche centrali dei paesi baltici nei primi mesi del 2018 e sarà valido in tutti i paesi della zona euro. I tre paesi baltici celebreranno il loro centenario nel 2018 e rispettivamente: Lituania il 16 febbraio, l’Estonia il 24 febbraio e la Lettonia il 18 novembre. I piccoli paesi baltici sono stati costanti nella loro difesa della loro indipendenza, ed entro un breve periodo di 100 anni fa, ognuno è diventato un paese libero e democratico. L’indipendenza è stata ripresa di nuovo all’inizio del 1990. Estonia, Lettonia e Lituania hanno difeso i loro valori condivisi e hanno lavorato insieme per mantenere la loro indipendenza, la libertà e la sovranità. La moneta commemorativa da due euro da emettere segna la storia, i valori e gli sforzi dei tre paesi condivisi e agirà come un promemoria di quei valori per la gente di tutto il resto della zona euro.

Estonia: 10 euro commemorativo dedicato alle “XXIII° Giochi Olimpici Invernali in Corea del Sud” 2018.

L’Estonia nel 2018 emetterà una moneta da 10 euro commemorativa in argento dedicata alle “Olimpiadi estive di Rio de Janeiro”. La delegazione estone parteciperà alle Olimpiadi. Il progetto vincitore per la moneta da collezione è dedicato agli atleti estoni con delega per la partecipazione ai Giochi Olimpici Invernali XXIII che si terranno a Pyeongchang in Corea del Sud. La Eesti Pank emetterà una moneta del valore nominale di 10 euro in argento. Il disegno della moneta d’argento dedicata alla delegazione estone e atleti sul dritto degli elementi dello stemma della Repubblica di Estonia e la dicitura “Eesti Vabariik” e l’anno “2018. Il retro presenta un atleta che prende forma da cristalli di neve i quali diventano lentamente brina, come neve quando cade su una superficie di vetro. In alto a destra il logo del Comitato Olimpico con la scritta Estonia, in basso a destra il valore su due righe 10 €. Il progettista vincitore ha ricevuto un premio di 2000 euro, mentre il secondo posto è andato a Liina Lõõbas e Kristo Kooskora che ha vinto 700 euro e il terzo posto è andato a Riho Luuse che ha vinto 500 euro. Al concorso hanno partecipato 32 progetti.
Valore nominale: 10 euro
Metallo: Argento Ag 925/1000
Qualità: Proof
Peso: 28,28 grammi (± 0,25 g)
Diametro: 38,61 millimetri (± 0,1 mm)
Zecca: Zecca Lituana
Progettatista: Carmen Testa
Tiratura: 2.000
Prezzo emissione: circa 35 euro
Data emissione: inizio 2018.

Estonia: Bozzetto 2 euro commemorativo “Strada dell’indipendenza dell’Estonia” 2017.

Come vi avevamo già annunciato il 27 dicembre 2016, l’Estonia nel 2017 emetterà una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al “Strada dell’Estonia di indipendenza” e agli eventi che hanno preceduto l’indipendenza dell’Estonia. La moneta segnerà l’avvicinarsi 100° anniversario della Repubblica di Estonia ed entrerà in circolazione a inizio nella seconda metà del 2017. Il bozzetto vincitore è stato approvato il 31/03/2017 dalla Eesti Pank. La moneta realizzata da Jaan Meristo , mostra delle foglie e dei rami di quercia e il tronco nudo di una quercia. La quercia simboleggia la strada tortuosa dell’Estonia verso l’indipendenza, i rami spogli si riferiscono al 1917 e le foglie simboleggiano la forza, la realizzazione e la longevità. Le foglie di quercia presentano sul grande stemma della Repubblica di Estonia. Il 100° anniversario della Repubblica di Estonia cade nel 2018. Ma lo Stato non è stato fondato in un solo giorno. L’Estonia ha ottenuto l’autonomia dopo la rivoluzione di febbraio in Russia nel 1917. Quando è stata stabilita la provincia di Estonia. Il 1° luglio 1917 il primo parlamento rappresentante del popolo estone, noto come Maapäev, fu istituito il massimo organo del potere in Estonia il 15 novembre 1917.
Valore facciale: 2 Euro
Diametro: 25,75 mm
Peso moneta: 8,5 grammi
Spessore: 2,20 mm
Metallo: CuNi25 – CuZn20Ni5/Ni/CuZn20Ni5
Progettista: Jaan Meristo
Tiratura: 1.500.000
Data emissione: seconda metà 2017.
Il secondo posto del concorso di progettazione è andato a Tiiu Pirsko e Mati Veermets e il terzo posto a andato a Liina Lõõbas e Kristo Kooskora.

Estonia, Lettonia e Lituania: Bozzetti e votazione della nuova moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario degli Stati Baltici 2018.

È stata indetta una votazione pubblica per decidere il bozzetto della moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 100° anniversario degli Stati Baltici. La moneta comune baltica sarà la prima moneta commemorativa euro ad essere progettata congiuntamente dai tre paesi (Estonia, Lettonia e Lituania). Le monete da due euro con il progetto speciale saranno emessi dalle banche centrali dei paesi baltici nei primi mesi del 2018 e sarà valido in tutti i paesi della zona euro. Sei diversi disegni saranno presentati al momento della votazione, ciascun paese presenterà alla Banca Centrale due modelli per ogni paese. Le identità e il paese dei progettisti saranno anonime durante la votazione. Gli elettori possono essere inseriti in un concorso a premi con 100 premi, e il voto continueranno fino alla mezzanotte del 5 aprile. L’estrazione del vincitore sarà effettuata il 7 aprile 2017, mentre l’11 marzo sarà pubblicando l’elenco dei vincitori. I tre paesi baltici celebreranno il loro centenario nel 2018 e rispettivamente: Lituania il 16 febbraio, l’Estonia il 24 febbraio e la Lettonia il 18 novembre. I piccoli paesi baltici sono stati costanti nella loro difesa della loro indipendenza, ed entro un breve periodo di 100 anni fa, ognuno è diventato un paese libero e democratico. L’indipendenza è stata ripresa di nuovo all’inizio del 1990. Estonia, Lettonia e Lituania hanno difeso i loro valori condivisi e hanno lavorato insieme per mantenere la loro indipendenza, la libertà e la sovranità. La moneta commemorativa da due euro da emettere segna la storia, i valori e gli sforzi dei tre paesi condivisi e agirà come un promemoria di quei valori per la gente di tutto il resto della zona euro. Link per la votazione. Vi presentiamo le immagini dei bozzetti che rappresentano: La prima moneta rappresenta la fascia popolare intrecciata che è un simbolo unificante degli Stati baltici. La seconda moneta rappresenta il Baltic “sorelle” con i capelli intrecciati. La terza moneta rappresenta gli Stati baltici in un futuro luminoso e soleggiato! La quarta moneta rappresenta i tre Stati baltici a tre mani che insieme simbolicamente contenere e proteggere la libertà. La quinta moneta rappresenta il pino sempreverde e i suoi rami rivolti verso l’alto, è un albero resistente che può sopravvivere anche nell’ambiente più ostile. La sesta moneta rappresenta i tre Stati baltici che sono i tre rami dell’albero della Luce, il quale cresce forte sulla costa del Mar Baltico. Cliccare sulle immagini per ingrandire.