Italia: Serie divisionale Proof “60° anniversario dei trattati di Roma” 2017.

L’Italia nel 2017 emetterà una serie divisionale dedicata al 60° anniversario dei trattati di Roma. La serie divisionale sarà composta da 10 pezzi nella versione Proof, costituita dalle monete da 1 – 2 – 5 – 10 – 20 e 50 eurocent – 1 e 2 euro, una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia e una moneta da 5 euro commemorativa dedicata al “60° anniversario dei trattati di Roma”. Il trattato che istituisce la Comunità economica europea (TCEE) è il trattato internazionale che ha istituito, appunto, la CEE. È stato firmato il 25 marzo 1957 insieme al trattato che istituisce la Comunità europea dell’energia atomica (TCEEA); insieme, sono detti “Trattati di Roma”.
Metallo: Rame / Alluminio / Nickel
Contenuto: 1c-2c-5c-10c-20c-50c-1 euro-2 euro – 2 euro “400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia” e 5 euro “60° anniversario dei trattati di Roma”;
Valore nominale: 10,88 euro
Qualità: Proof
Zecca: Istituto Poligrafico dello Stato
Tiratura: 3.000
Prezzo emissione: 115 euro
Emissione: 6 dicembre 2017
Tema: 60° anniversario dei trattati di Roma
Valore nominale: 5 euro
Metallo: argento 925/1000
Finezza: legale 925 – tolleranza ± 3 ‰
Peso: 18 g – Tolleranza ± 5 ‰
Diametro: 32 mm
Finitura: Fior di conio/ S.U. e Proof
Bordo: godronatura spessa continua
Designer: Maria Carmela Colaneri
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Data emissione: 6 dicembre 2017
Image: IPZS

Italia: 5 euro commemorativo dedicato a “Veneto – Ville Venete – Villa Pisani” 2018.

L’Italia ha autorizzata l’emissione della moneta d’argento da euro 5 della Serie “Italia delle Arti – Veneto – Ville Venete – Villa Pisani”, in versione proof, millesimo 2018, da cedere, in appositi contenitori, ad enti, associazioni e privati italiani o stranieri. Dritto: Veduta di Villa Pisani a Stra Venezia), uno dei più celebri esempi di Villa Veneta della Riviera del Brenta, opera settecentesca degli architetti Girolamo Frigimelica-Roberti e Francesco Maria Preti; al centro, particolare della fontana. Nel campo di destra, sopra, il nome dell’autore «COLANERI»; sotto, su due righe, la scritta «VILLA/PISANI»; in esergo, «REPUBBLICA ITALIANA» su due righe. Rovescio: Il famoso labirinto d’amore di Villa Pisani, costituito da cerchi concentrici di siepi con al centro una torretta con doppia scala esterna elicoidale. In alto, il valore «5 euro» e la scritta «ITALIA DELLE ARTI»; a sinistra, «R», identificativo della Zecca di Roma e la scritta «VILLE VENETE»; a destra, l’anno di emissione «2018». Sul bordo: godronatura spessa continua. Villa Pisani, detta anche la Nazionale, è uno dei più celebri esempi di villa veneta della Riviera del Brenta; sorge a Stra, in provincia di Venezia, e si affaccia sul Naviglio del Brenta. È oggi sede di un museo nazionale, che conserva opere d’arte e arredi del Settecento e dell’Ottocento. La villa comprende 168 stanze e copre una superficie di 15.000 metri quadrati. Venne costruita a partire dal1721 su progetto di Gerolamo Frigimelica e Francesco Maria Preti per la nobile famiglia veneziana dei Pisani di Santo Stefano. Al suo interno sono visibili opere di Giambattista Tiepolo, Giovanni Battista Crosato, Giuseppe Zais, Jacopo Guarana, Carlo Bevilaqua, Francesco Simonini, Jacopo Amigoni e Andrea Urbani.Tema: Villa Pisani
Valore nominale: 5 euro
Metallo: argento 925/1000
Finezza: legale 925 – tolleranza ± 3 ‰
Peso: 18 g – Tolleranza ± 5 ‰
Diametro: 32 mm
Finitura: Proof
Bordo: godronatura spessa continua
Designer: Maria Carmela Colaneri
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Prezzo emissione: 50 euro
Data emissione: 2018

Italia: 10 Euro commemorativo dedicato agli “Imperatori Romani – Traiano” 2017.

L’Italia nel 2018, ha autorizzata l’emissione della moneta d’oro da 10 euro dedicata alla Serie “Imperatori Romani – Traiano”, in versione proof, millesimo 2018, da cedere, in appositi contenitori, ad enti, associazioni e privati italiani o stranieri. Dritto: Testa a destra dell’Imperatore Marco Ulpio Traiano (98-117 d.C.); nel giro la scritta «REPVBBLICA ITALIANA». Rovescio: arco onorario di Traiano a Benevento, innalzato, su delibera del Senato romano, nel punto di giunzione tra la via Appia e la via Traiana, un percorso che da Roma portava al porto di Brindisi. Esso venne completato, come si legge nell’iscrizione posta sull’attico, nel 114 d.C., nel campo, entro il fornice, «R», identificativo della Zecca di Roma; a sinistra «10», a destra «EVRO»; in alto l’anno di emissione «2018», in esergo, «TRAIANVS» ed il nome dell’autore «MOMONI»; sul bordo:
virola scallops. Marco Ulpio Nerva Traiano (Italica, 18 settembre 53 – Selinus in Cilicia, 8 agosto 117) è stato un imperatore romano, regnante dal 98 al 117. Fu primo tra gli imperatori ad avere un’origine provinciale. Tema: Imperatore Traiano
Valore nominale: 10 euro
Metallo: Oro 900/1000
Finezza: legale 900 – tolleranza ± 1 ‰
Peso: 3 g – Tolleranza ± 5 ‰
Diametro: 13,85 mm
Finitura: Proof
Bordo: scallops
Designer: Claudia Momoni
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Tiratura: 4.000 esemplari
Prezzo emissione: 175 euro
Data emissione: aprile/maggio 2018

Italia: 10 euro commemorativo serie «Europa Star Programme – Il Barocco” 2018.

L’Italia nel 2018 ha autorizzata l’emissione della moneta d’argento da euro 10 della Serie «Europa Star Programme – Il Barocco», in versione proof, millesimo 2018, da cedere, in appositi contenitori, ad enti, associazioni e privati italiani o stranieri. Dritto: all’interno di un cerchio inserito in una stella a cinque punte, volto femminile che rappresenta l’Italia, con elementi figurativi tratti dallo stemma della Repubblica italiana: ruota dentata e rami di quercia e ulivo. In alto, tra due punte della stella, una corona turrita, in basso, logo di Europa Star Programme e nome dell’autore «COLANERI»; in basso, a destra, «R», identificativo della Zecca di Roma; nel giro, la scritta «repubblica italiana»; Rovescio: particolare della statua di Santa Veronica realizzata da Francesco Mochi (Basilica di San Pietro in Vaticano), che si intreccia con diversi elementi decorativi architettonici berniniani e borrominiani, rappresentativi dell’arte barocca. Nel campo di sinistra, in verticale, la scritta «il barocco»; in alto, il valore «10 euro» e l’anno di emissione; in basso, il nome dell’autore «COLANERI»; sull bordo: godronatura spessa discontinua. Barocco è il termine utilizzato per indicare tout court una ideologia e una stagione culturale nate a Roma, che si sono espresse in letteratura, filosofia, arte e musica, caratteristiche del XVII secolo e dei primi decenni del XVIII secolo.Valore nominale: 10 euro
Metallo: argento 925/1000
Finezza: legale 925 – tolleranza ± 3 ‰
Peso: 22 g – Tolleranza ± 5 ‰
Diametro: 34 mm
Finitura: Proof
Bordo: godronatura spessa continua
Designer: Maria Carmela Colaneri
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Tiratura: 8.000
Prezzo emissione: 60 euro
Data emissione: 25 gennaio 2018

Italia: 5 euro bimetallico dedicato al “Duomo di Amatrice” 2018.

L’Italia nel 2018 ha autorizzata l’emissione della moneta bimetallica da 5 euro dedicata ai Tesori artistici di Amatrice – Duomo di Amatrice, in versione FDC, millesimo 2018, da cedere, in appositi contenitori, ad enti, associazioni e privati italiani o stranieri. Dritto: la Chiesa di Sant’Agostino di Amatrice, opera architettonica romanico-gotica di derivazione abruzzese; sullo sfondo, particolare del rosone della facciata della chiesa. Nel giro, la scritta «repubblica italiana»; in basso, particolare architettonico della chiesa; Rovescio: particolare dell’affresco della Chiesa di Santa Maria delle Grazie, conosciuta anche come Santuario dell’Icona Passatora, nelle vicinanze di Ferrazza, frazione del comune di Amatrice, raffigurante la Madonna in trono col Bambino, nell’atto di sorreggere la città. Nel campo di sinistra, il valore «5 euro» e «R», identificativo della Zecca di Roma; a destra, l’anno di emissione «2018» e, in esergo, la scritta «AMATRICE» e il nome dell’autore «MOMONI»; sul bordo: bordo poligonale a sedici lati. La chiesa di Sant’Agostino è una chiesa cattolica, quattrocentesca situata ad Amatrice, in provincia di Rieti. La chiesa si trova a 955 m s.l.m., all’estremità sud orientale della cittadina. La chiesa fu eretta ad opera dei monaci Agostiniani nel 1428 e intitolata a San Nicola di Bari. La targa sulla facciata attribuisce la costruzione all’architetto Giovanni dell’Amatrice. Inizialmente sorgeva accanto alla Porta Carbonara (ancora esistente) e ai torrioni del fortino che insieme alle mura protesse la cittadina fino al 1528, anno in cui Amatrice venne messa a ferro e fuoco da Carlo V. Nel XVIII secolo la chiesa venne dedicata a Sant’Agostino.
Tema: Duomo di Amatrice
Valore nominale: 5 euro
Metallo: Bronzital e Cupronickel
Finezza: legale 925 – tolleranza ± 3 ‰
Peso: 9,52 grammi
Diametro: 27,50 millimetri
Finitura: FDC/SU
Bordo: scallops
Designer: Claudia Momoni
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Tiratura: 15.000 esemplari
Prezzo emissione: 15 euro
Data emissione: settembre 2018.