Europa: il 4 aprile è stata emessa la nuova banconota da 50 euro serie Europa.

Come vi avevamo già annunciato il 19 giugno 2016 e il 5 luglio 2016, la Banca Centrale Europea (BCE) il 4 aprile 2017 ha emesso la nuova banconota da 50 euro serie Europa. Dopo i tagli da 5 euro (2013), 10 euro (2014) e 20 euro (2015), continua il rinnovamento delle banconote dell’area con la moneta unica. La banconota da 50 euro è la più ampiamente utilizzata e rappresenta il 45% di tutti i biglietti in circolazione ed è usata giornalmente da circa 338 milioni di persone. I biglietti da 50 euro della prima serie continueranno ad avere corso legale e a essere utilizzati insieme a quelli della nuova serie, mentre si procederà gradualmente al loro ritiro dalla circolazione. Il costo della stampa delle singole banconote varia dai 6 ai 10 centesimi. Le nuove banconote da 50 euro avranno delle speciali caratteristiche difficili da contraffare. Per le banconote da 100 e 200 euro bisognerà aspettare il 2019.

Europa: in arrivo la nuova banconota da 20 euro “Europa” 2015.

Europa nuova banconota 20 euro 2015Dopo le banconote da 5 euro e 10 euro serie “Europa”, ora è il turno della nuova banconota da 20 euro. L’Eurosistema presenterà la nuova banconota da €20 della serie “Europa” il 24 febbraio 2015. Il biglietto integrerà caratteristiche di sicurezza più avanzate. L’Eurosistema continuerà ad assistere produttori e fornitori di attrezzature per il trattamento delle banconote nell’adattamento delle apparecchiature e dei dispositivi di controllo dell’autenticità. La Banca centrale europea e le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro, che insieme compongono l’Eurosistema, presenteranno la nuova banconota da €20 il prossimo 24 febbraio, annunciandone contestualmente la data di emissione; il biglietto è il terzo della serie “Europa” a entrare in circolazione dopo i tagli da €5 e da €10. La seconda serie è stata introdotta per migliorare ulteriormente l’integrità delle banconote in euro restando sempre un passo avanti rispetto ai falsari. L’Eurosistema ha adottato diverse misure volte a sostenere i produttori e i fornitori di attrezzature per il trattamento delle banconote, nonché i proprietari di apparecchiature e di dispositivi per il controllo dell’autenticità:
• gli interessati hanno la possibilità di effettuare test utilizzando il nuovo biglietto da €20 con grande anticipo sulla sua entrata in circolazione presso le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro, in modo da adeguare le proprie apparecchiature e i propri dispositivi. Dopo la cerimonia di presentazione sarà possibile condurre anche test esterni;
• l’emissione della nuova banconota da €20 sarà preceduta da una serie di eventi e iniziative, attualmente in preparazione. Primo di questi appuntamenti è il seminario dell’Eurosistema riservato alle organizzazioni rilevanti che si terrà il prossimo 6 febbraio a Roma, presso la Banca d’Italia;
• è disponibile un ventaglio di strumenti e materiali di comunicazione che agevoleranno i preparativi in vista dell’introduzione della nuova banconota.
“La BCE e le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro sono ansiose di lavorare a stretto gomito con i produttori, i fornitori, i gestori e i proprietari di attrezzature per il trattamento delle banconote. In definitiva, sono loro a predisporre le apparecchiature e i dispositivi all’accettazione dei nuovi biglietti da €20 prima dell’entrata in circolazione”, ha dichiarato Yves Mersch, membro del Comitato esecutivo della BCE. Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare William Lelieveldt (tel. +49 69 1344 7316).

Europa: primo documento ufficiale per l’emissione unica del 2 euro 2015.

Europa 2 euro 30 anniversario bandiera unione europea 2015Come vi avevamo già annunciato il 26 novembre 2014, l’Europa si prepara per una nuova emissione comune, di una moneta da 2 euro commemorativa nel 2015 dedicata al 30° anniversario della Bandiera Europea. Vi proponiamo il testo del documento datato 2 dicembre 2014:

Consiglio dell’Unione europea Bruxelles

2 dicembre 2014 (OR. en) 16014/14
ECOFIN 1095 UEM 372 NOTA PUNTO “I/A”
Origine: Segretariato generale del Consiglio
Destinatario: Comitato dei rappresentanti permanenti (parte seconda)/Consiglio
Oggetto: Moneta commemorativa comune in euro
1. Conformemente all’articolo 4, paragrafo 3, del regolamento (UE) n.651/2012 sull’emissione di monete in euro, la decisione relativa all’emissione di monete commemorative con un disegno comune emesse congiuntamente da tutti gli Stati membri la cui moneta è l’euro è adottata dal Consiglio.
2. Il 21 novembre 2014, in seguito alla proposta della Commissione, il sottocomitato delle monete in euro ha convenuto sull’emissione congiunta di una moneta commemorativa per il 2015 dedicata al tema “30º anniversario della bandiera europea”.
3. Il 27 novembre 2014, il comitato economico e finanziario ha approvato il principio di un’emissione congiunta di una moneta commemorativa per il 2015, come riportato nel doc. ST 16316/14.
4. Il COREPER potrebbe pertanto suggerire che il Consiglio, in una delle prossime sessioni, decida l’emissione congiunta di una nuova moneta commemorativa che celebri il “30º anniversario della bandiera europea”.europa documento ufficiale 30 anniversario bandiera europea 2015europa-documento-ufficiale-30-anniversario-bandiera-europea-2015-3_12_2014
Possibili passaggi per la nuova moneta da 2 euro emissione comune:
Dicembre 2014: Decisione del tema a cui la moneta è dedicata;
Da Gennaio a Febbraio: Preparazione sito web per la votazione online del disegno.
Marzo: Presentazione dei disegni provenienti da diverse zecche dell’Unione europea.
Fine Marzo: Selezione di 5 bozzetti da parte di una giuria professionale.
Da Aprile a Maggio: Votazione online tramite sito web dei bozzetti scelti dalla giuria.
Giugno: Presentazione del bozzetto vincitore e premiazione del progettista.
Fine Giugno: Possibile emissione.
Ci sono delle considerazioni da fare, molti stati hanno già annunciato il loro programma numismatico e le tirature delle monete, quindi è possibile che il contingente di euro da coniare nell’anno sia esaurito. Questo comporta un’emissione della nuova moneta, con possibili tirature di alcuni stati molto basse.
*image of the coin of fantasy.

Collezionieuro al Golden Blog Awards 2014.

Golden Blog Awards 2014Collezionieuro sta partecipando al Golden Blog Awards 2014. Che ne dite di darci un piccolo aiutino? Votate in questo link. Grazie anticipatamente a tutti. http://www.golden-blog-awards.fr/blogs/collezionieuro.html
Il Golden Blog Awards (CBA) permettere al pubblico di scoprire i blog e blogger eccezionali. Nelle ultime edizioni, i Golden Blog Awards hanno premiato quasi 80 blog per la loro comunità, abilità di scrittura, temi e design. I blogger avranno la possibilità di partecipare alla cerimonia di premiazione del 12 novembre 2014 nei saloni dell’Hotel de Ville a Parigi.

Europa: proposta di abolizione delle monete in rame da 1 e 2 centesimi.

Centesimi di euroBRUXELLES – Non c’è probabilmente cittadino europeo che non abbia in casa un portacenere o un piattino in cui svuota le tasche delle monete di piccolo taglio ricevute durante la giornata. Il costo di piccoli pezzi di rame sono comunque superiore al valore nominale.  Pertanto, la Commissione europea ora sta prendendo in considerazione l’abolizione.  Bruxelles – La Commissione europea è l’uno e due centesimi in zona euro alla prova. L’abolizione delle monete più piccole è un opzione che le autorità dell’UE hanno scritto in un rapporto pubblicato a Bruxelles il Martedì.  Nel complesso, le nazioni europee sono state portate 45,8 miliardi di uno o due centesimi in circolazione. Tuttavia, i piccoli pezzi di denaro sono in perdita. Il costo del materiale, la produzione e l’uscita è superiore al valore nominale, la commissione europea afferma. Dopo l’introduzione delle banconote e monete in euro nel 2002, la quota di deficit che vanno a circa 1,4 miliardi di euro.  Ai paesi dell’euro si propongono quindi quattro scenari per la riduzione o l’abolizione di un centesimo per ulteriori discussioni. Al termine di una proposta legislativa dovrebbe essere.  Prevedono due scenari proposti dalla Commissione per ridurre il costo di cent, quale un materiale o di un processo di stampaggio efficiente diversa miscela. Questa opzione dice la Commissione ritiene che la fine di il-e uno a due centesimi di incontrare molte persone con l’incomprensione.  Lo scenario è più ragionevole, secondo la Commissione, l’abolizione completa. Questo dovrebbe essere fatto o raccolti altrettanti cent entro un determinato periodo e quindi sono vietati come mezzo di pagamento, altrimenti sarebbe solo monete, ma emesso non oltre. Poi l’uno e due centesimi scomparirebbe automaticamente con il tempo. In primo luogo, perché non hanno un uso pratico di più e in secondo luogo perché le piccole monete erano mai perso in ogni caso.