Italia: Cofanetto Proof 2 euro “Bimillenario della scomparsa di Tito Livio” 2017.

L’Italia nel 2017 emetterà cofanetto in versione Proof (BE), contenente una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al “2.000 anniversario della morte di Tito LIvio”. La moneta verrà emessa anche in versione FDC. Il dritto raffigura il busto dello storico romano Tito Livio, tratto da un’opera di Lorenzo Larese Moretti; nel campo di sinistra, “RI”, monogramma della Repubblica Italiana e “C.M.” iniziali dell’autore Claudia Momoni; nel campo di destra, “17” e “2017”, rispettivamente anno della scomparsa di Tito Livio e anno di emissione della moneta, e “R” identificativo della Zecca di Roma; in giro, cerchio di pallini e la scritta “TITO • LIVIO”; nel giro, le dodici stelle dell’Unione Europea. La moneta verrà emessa in versione per la circolazione, in versione BU (Coincard). Tito Livio (Patavium, 59 a.C. – Patavium, 17), è stato uno storico romano, autore di una monumentale storia di Roma, gli Ab Urbe Condita libri CXLII, dalla sua fondazione (tradizionalmente datata 21 aprile 753 a.C.) fino alla morte di Druso, figliastro di Augusto nel 9 a.C.. La moneta sarà venduta attraverso il sito online della zecca Italiana o attraverso le filiale della Banca d’Italia.Tema: Bimillenario della scomparsa di Tito Livio
Valore facciale: 2 Euro
Qualità: Proof
Tiratura: 7.000 (tot. 1.500.000FDC 10.000)
Diametro: 25,75 mm
Peso: 8,5 grammi
Disegno: Claudia Momoni
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Prezzo emissione: 22 euro
Data emissione: 23 giugno 2017
Images: IPZS.

Italia: Coincard FDC 2 euro “Bimillenario della scomparsa di Tito Livio” 2017.

L’Italia nel 2017 emetterà coincard in versione FDC (BU), contenente una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al “2.000 anniversario della morte di Tito LIvio”. La moneta verrà emessa anche in versione Proof. Il dritto raffigura il busto dello storico romano Tito Livio, tratto da un’opera di Lorenzo Larese Moretti; nel campo di sinistra, “RI”, monogramma della Repubblica Italiana e “C.M.” iniziali dell’autore Claudia Momoni; nel campo di destra, “17” e “2017”, rispettivamente anno della scomparsa di Tito Livio e anno di emissione della moneta, e “R” identificativo della Zecca di Roma; in giro, cerchio di pallini e la scritta “TITO • LIVIO”; nel giro, le dodici stelle dell’Unione Europea. La moneta verrà emessa in versione per la circolazione, in versione BU (Coincard). Tito Livio (Patavium, 59 a.C. – Patavium, 17), è stato uno storico romano, autore di una monumentale storia di Roma, gli Ab Urbe Condita libri CXLII, dalla sua fondazione (tradizionalmente datata 21 aprile 753 a.C.) fino alla morte di Druso, figliastro di Augusto nel 9 a.C.. La moneta sarà venduta attraverso il sito online della zecca Italiana o attraverso le filiale della Banca d’Italia.Tema: Bimillenario della scomparsa di Tito Livio
Valore facciale: 2 Euro
Qualità: FDC
Tiratura: 10.000 (Tot. 1.500.000Proof 7.000)
Diametro: 25,75 mm
Peso: 8,5 grammi
Disegno: Claudia Momoni
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Prezzo emissione: 12 euro
Data emissione: 23 giugno 2017Images: IPZS.

Italia: Rotolino 2 euro commemorativo “400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia” 2017.

Come vi avevamo già annunciato il 23 dicembre 2016 e il 26 gennaio 2017, l’Italia il 21 giugno 2017, ha emesso dei rotolini contenenti 25 monete da 2 euro commemorative in qualità UNC dedicate al “400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia”. La moneta raffigura la facciata della Basilica di San Marco a Venezia; in esergo, le date «1617» e «2017», rispettivamente anno di completamento della Basilica e anno di emissione della moneta, poste ai lati del monogramma «RI» della Repubblica italiana; in basso, la scritta «San Marco»; a destra «LDS», iniziali dell’autore Luciana De Simoni; in alto, la scritta «Venezia» e «R», identificativo della Zecca di Roma; nel giro, le dodici stelle dell’Unione europea. La basilica di San Marco a Venezia è la chiesa principale della città, cattedrale metropolitana e sede del patriarca. Assieme all’omonimo campanile e a piazza San Marco, che da essa prende il nome, è il principale monumento di Venezia e uno dei simboli d’Italia.
Tema: 400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia
Valore facciale: 25x 2 Euro
Qualità: UNC
Tiratura: 1.500.000 (7.000 Proof)
Diametro: 25,75 mm
Peso rotolino: 212,50 grammi
Peso: 8,5 grammi
Disegno: Luciana De Simoni
Zecca: Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Prezzo emissione: al facciale
Data emissione: 27 gennaio 2017
Images: IPZS.

Italia: Divisionale FDC “400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia” 2017.

L’Italia nel 2017 ha emesso una divisionale contenente oltre alle otto monete per la circolazione, anche la moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia in versione FDC. Serie divisionale composta da 9 pezzi nella versione FDC, costituita dalle monete da 1 – 2 – 5 – 10 – 20 e 50 eurocent – 1 e 2 euro, una moneta da 2 euro commemorativa dedicata al 400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia. La basilica di San Marco a Venezia è la chiesa principale della città, cattedrale metropolitana e sede del patriarca. Assieme all’omonimo campanile e a piazza San Marco, che da essa prende il nome, è il principale monumento di Venezia e uno dei simboli d’Italia.Metallo: Rame / Alluminio / Nickel
Contenuto: 1c-2c-5c-10c-20c-50c-1 euro-2 euro – 2 euro “2 euro commemorativa dedicata al 400° anniversario del completamento della basilica di San Marco a Venezia”;
Valore nominale: 5,88 euro
Qualità: FDC
Zecca: Istituto Poligrafico dello Stato
Tiratura: 11.000
Prezzo emissione: 24 euro
Emissione: maggio 2017
Image: IPZS

Italia: addio alle monete da 1 e 2 cent entro il 2018.

Come la Finlandia nel 2002, l’Olanda nel 2004, l’Irlanda nel 2010 e il Belgio nel 2014, anche l’Italia decide di dire addio alle monete da 1 cent e 2 cent. La decisione presa dalla Camera dei deputati ha approvato una mozione di Sergio Boccadutri (gruppo SEL) che impegna il Governo a sospendere il conio delle monete da 1 e 2 centesimi di euro dal 2018. La proposta era già stata fatta il 17 maggio 2013 in commissione europea e il 24 luglio 2013 alla Camera dei deputati, ma risultò invana. Il motivo principale sono i costi di produzione di queste monetine che supera di gran lunga il valore della moneta, per fare un esempio: per realizzare la moneta da 1 centesimo si spendono 4,5 centesimi di euro; per coniare la moneta da 2 centesimi si spendono 5,2 centesimi di euro; per quella da 5 centesimi il costo per la coniazione è di 5,7 centesimi di euro. Con questa manovra si risparmierebbero circa 21 milioni di euro l’anno. In Europa dal 2002 al 2013 sono state emesse oltre 5,1 miliardi di monete da 1 e 2 cent con una perdita totale di 1,4 miliardi di euro. C’è da dire che lo stop alla coniazione non è considerato come un blocco della circolazione, anche perché continuerebbero a circolare le vecchie monete e le monete coniate da altri stati europei. Altra considerazione è la possibilità di un aumento dell’inflazione dovuto all’arrotondamento dei prezzi in eccesso. Piccolo accorgimento, attenzione a buttare l’errore di conio della monetina da 1 cent coniata sulla moneta da 2 cent “Mole Antonelliana” vale moltissimo!!!!