Pulizia monete: come e perché.

Di seguito vi spiegheremo alcuni metodi di pulizia delle monete senza danneggiarle. Ricordatevi però che la pulizia delle monete riduce il valore della moneta di molto. La pulizia non migliora la classificazione e quindi se non è proprio necessario è meglio evitare di pulirle. La patina l’unica cosa che può dimostrare l’autenticità della moneta e può essere di colori diversi, verde scuro, marrone scuro, nero o blu scuro ecc. Se invece la moneta in questione non è di elevato valore e volete renderla più brillante e presentabile seguite alcuni dei nostri consigli.
Lavare bene la moneta con acqua demineralizzata, se dopo il lavaggio con l’acqua, nella moneta rimane lo sporco o depositi di ruggine, immergere la moneta nell’aceto da pochi Lavaggio monete acquasecondi a qualche minuto. Se lo sporco persiste usare uno spazzolino da denti morbido. Se la moneta e molto incrostata usate uno stuzzicadenti e o un piccolo attrezzo appuntito (attenzione a non graffiare la moneta). Se necessario usate una lente d’ingrandimento. Le monete d’oro, vanno lavate in acqua calda con un po’ di sapone, normalmente l’oro non si ossida, a meno che non contenga una piccola percentuale di rame o altro metallo. Le monete in argento e nichel, possono essere messe a bagno in acqua distillata, oppure metti un foglio di allumino in una bacinella (Domopak va bene), metti la moneta sull’allumino, aggiungi abbondante bicarbonato e versate dell’acqua bollente. Le monete in Bronzo e Rame vanno trattate con un’immersione prolungata in acqua demineralizzata e con frequente cambio dell’acqua al fine di sciogliere i sali dannosi (circa 30 giorni con cambi d’acqua ogni 5 giorni). Dopo ogni trattamento, risciacquare la moneta con acqua demineralizzata e asciugare la moneta con un panno morbido (Il panno deve essere estremamente morbido e non deve lasciare peli). Mettere la moneta su un panno asciutto fino alla completa asciugatura. Non strofinare la moneta a secco e non usare mai prodotti chimici. Un altro metodo per la Lavaggio monete elettrolisipulizia delle monete è quello per elettrolisi, che è una tecnica che consiste nel ridurre la patina e le incrostazioni sulla superficie di una moneta. Si prende una moneta la si collega al polo negativo di una batteria e la si immerge in una soluzione elettrolita (2 cucchiai di sale da cucina, un cucchiaio di succo di limone, il tutto mescolato in una tazza di acqua tiepida), mentre al polo positivo va collegata una bacchetta d’acciaio, anche questa immersa nella soluzione. Alimentando il circuito le cariche ioniche puliranno l’oggetto. L’elettrolisi è ideale per qualunque tipo di metallo, in special modo per oggetti di ferro. Può essere usata con successo anche su monete d’Argento. Attraverso l’elettrolisi e cambiando, sia il metallo della bacchetta e la soluzione elettrolita, possono colorare le monete (es: soluzione solfato di rame e bacchetta di rame, si colora la moneta color rame). Attenzione le reazione possono causare scottature e gas nocivi, quindi è meglio proteggersi ed effettuare il lavoro in locali areati. Lavatrice monete ultrasuoniEsistono altri metodi di pulizia delle monete come le lavatrici a ultrasuoni. Queste apparecchiature possono rivelarsi molto utili per la pulizia iniziale, perché permettono di rimuovere molto bene le incrostazioni di terra. Ma anno dei costi da valutare.

Vedi anche:
Cancro del bronzo del rame sulle monete.
Stato conservazione monete e rarità



2 commenti su “Pulizia monete: come e perché.

  1. uflamp il said:

    alcuni dei miei denari imperiali romani, seppure custoditi in tasche di plastica, hanno formato
    una patina verde, più o meno intensa.
    vorrei sapere perché e come posso ovviare a questo problema!
    grazie per la Vs disponibilità
    umberto fantina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.